Volete andare all’Oktoberfest ma temete di non essere in grado di ordinare una birra? In questa pagina sono raccolte le espressioni bavaresi più utili quando sarete all’Oktoberfest. Laddove necessario è indicata tra parentesi la corrispondente espressione tedesca.

A Bier, bittschen (Ein Bier, bitte)
“Una birra, prego”: si tratta di una frase fondamentale, non partite prima di averla imparata.

Auf de Bänk (Auf die Bänke)
Un ordine severo impartito dalla banda per far “salire sui tavoli” gli ospiti dell’Oktoberfest a e farli continuare a “schunkeln” (vedi di seguito).

Auf geht’s beim Schichtl
Letteralmente: “Il sipario si alza sullo Schichtl.” Lo Schichtl è il più antico teatro dell’Oktoberfest’s (1869) ed offre una rara miscela di attrazioni, dalla satira politica alle cruente decapitazioni, finte naturalmente.

Brezn
Il pretzel è un tipo di pane di invenzione bavarese, famoso quanto la birra. I giganteschi pretzel dell’Oktoberfest sono perfetti per preparare il palato ad un altro “Mass” (vedi sopra).

Brotzeit
Il “pranzo del contadino”: pane, affettati, sottaceti e rafano. L’intermezzo ideale durante l’Oktoberfest.

Dirndl
Il vivace costume folcloristico che indossano le donne bavaresi, composto da una gonna increspata in vita, un grembiule colorato, uno stretto corpetto ed una maliziosa scollatura . E’ anche il soprannome con cui si definisce una “ragazza” di campagna.

Fingerhakeln
Una sfida tipo “braccio di ferro”, ma giocato con le dita: uno degli sport preferiti dei bavaresi e che viene praticato ad ogni tavolo. Basta bloccare il proprio dito medio con quello dell’avversario e tirare.

Gaudi
“Il massimo del divertimento”: per intenderci “Questo fantastico cibo, la birra, le canzoni e i balli sono ‘Gaudi'”.

Gmiatlichkeit (Gemütlichkeit)
Ai tedeschi piace cantare “Gemütlichkeit”, ma non è possibile darne una traduzione letterale. Immaginate di gustarvi una birra fresca, mangiare del buon cibo e avere una piacevole conversazione in un bar. Questo è il “Gemütlichkeit”.

Grias God (Grüß Gott)
Il saluto nazionale bavarese. La traduzione grossolana sarebbe “Dio ti saluta” e si adatta a qualsiasi livello sociale. Evitate di salutare con “Guten Tag” (Buongiorno), se non volete essere scambiati per dei nordisti!

Haferlschua (Haferlschuhe)
Sono gli scarponi da montagna bavaresi che traggono il loro nome dalla loro rassomiglianza con un vaso di terracotta (“Haferl”).

Hendl
Un pollo, preferibilmente arrostito su uno spiedo. Durante l’Oktoberfest, se ne consumano migliaia al giorno.

Hoiz voa da Hüttn (Holz vor der Hütte)
Le doti fisiche che contraddistinguono una bella “ragazza procace” messe in bella vista in un “Dirndl” (vedi sopra).

Host mi? (Hast du mich?)
(haben Sie mich verstanden?)
: la forma contratta di “Hai capito quello che sto dicendo?” nel vivace dialetto bavarese.

Lederhosn (Lederhose)
La risposta dei bavaresi al kilt: si tratta di un paio di pantaloni di pelle corti con bretelle, vengono indossati dai bavaresi come costume folcloristico.

Mass
Niente a che fare con pietre e sassi: un Mass è il corrispondente di un litro di birra (bella lingua il tedesco, vero?).

Masskruagstemma (Masskrugstemmen)
Un gioco da fare mentre si beve: consiste nel tenere il braccio teso, con in mano un pesante litro di birra, chi resiste più a lungo, vince.

Münchner Kindl
Un bambino (“Kindl”) vestito con la tunica di un monaco, originariamente dipinto sul blasone di Monaco ed oggi emblema non ufficiale della città. Potete trovare il Münchner Kindl ovunque, dalle pubblicazioni per i turisti ai tombini. Oggi questo termine si usa anche per definire una graziosa ragazza di Monaco.

No a Mass (Noch eine Mass)
“Ancora un litro, grazie,” di birra naturalmente. Una comoda frase bavarese che sembra poter essere ripetuta all’infinito all’Oktoberfest.

Oans, zwoa, g’suffa! (Eins, zwei, gesoffen!)
“Uno, due, bere!” Un accattivante brindisi tedesco, spesso fin troppo frequente all’Oktoberfest.

Obazda (Angepatzter)
Un miscuglio di burro e uova servito spalmato sui panini e che riempirà sicuramente il vostro stomaco.

O’zapft is (Angezapft ist)
“Colpito!”, il grido che si alza ogni anno quando il Sindaco di Monaco infila con un martello una spina nel primo barile della birra dell’Oktoberfest.

Pfundskerl
Un “bel tipo”, una “persona socievole” o qualsiasi altro modo vogliate chiamare qualcuno che vi piace di primo acchito.

Prost!
Un altro brindisi bavarese (vedi “Uno, due, bere!”) e il ritornello di una famosa canzone che sentirete senz’altro all’Oktoberfest.

Radi
Un ravanello molto grande, delle dimensioni di una rapa, che viene intagliato a spirale e servito con una generosa spolverata di sale di roccia. Vi porterà sicuramente ad ordinare “no a Mass” (vedi sopra).

Radiserl (Radieschen)
Un mazzo di piccoli ravanelli bavaresi, famosi per il gusto forte e assetante.

Schnupftabak
Tabacco da fiuto, acquistabile all’Oktoberfest.

Schuaplattln (Schuhplatteln)
Atletico ballo folcloristico bavarese, in cui gli uomini battono le mani in maniera alternata sulle scarpe e battono i piedi a terra, accompagnati da una rauca banda. E’ persino più difficile di quello che sembra.

Schunkeln
Si prende sotto braccio il vicino e si ondeggia da un lato all’altro del tavolo a tempo di musica. Un ottimo modo per rompere il ghiaccio ed impressionante da guardare, se praticato da una folla numerosa.

Schweinsbratn (Schweinebraten)
Arrosto di maiale, che i bavaresi hanno reso la propria specialità nazionale. Provatelo brasato in una crosta in birra scura per assaporare la Baviera al meglio della sua tradizione culinaria.

Servus
Un saluto di incontro e congedo usato moltissimo, versatile quanto l'”Aloha” alle Hawaii. Letteralmente significa “Servo vostro”, dal latino.

Steckerlfisch
Sgombro o trota arrostiti su uno spiedo e consumati in grande quantità ad ogni Oktoberfest.

Tracht
Il nome generico per un costume folcloristico, sia da uomo che da donna. La sfilata di apertura dell’Oktoberfest’s è un’ottima occasione per dare uno sguardo al “Tracht” bavarese, in tutta la sua ricchezza e varietà.

Weißwurscht (Weißwurst)
Letteralmente “salsiccia bianca,” una squisitezza bavarese, servita con senape dolce, specialmente a colazione. Spellare questi piccoli salsicciotti è una vera arte, che richiede molto esercizio.

Wies’n (Wiese)
Nome della zona dove si tiene ogni anno l’Oktoberfest: una Mecca per gli amanti del genere.

Wiesn-Herzerl
Un enorme biscotto di panpepato a forma di cuore che viene venduto all’Oktoberfest, generalmente con una scritta davanti. E’ un bellissimo souvenir e non ci si può proprio trattenere dal mangiarlo.


Il glossario è tratto dal sito ufficiale della Spaten http://www.spaten.it dove è anche possibile ascoltare la corretta pronuncia bavarese dei vocaboli.


0 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *